top of page

MASTER, L'ETà D'ORO PER RIMETTERSI IN FORMA.



Fare CrossFit dopo i 50 anni è possibile? Può portare benefici? Vi riportiamo un articolo postato da MY CROSS LIFE www.mycrosslife.it, dove si affrontano questi quesiti.


Fare CrossFit dopo i 50 anni può portare a benefici enormi!

Un interessantissimo studio dell’universita finlandese di Jyvaskyla, ha realizzato un esperimento con circa 90 persone appartenenti alla categoria affettuosamente chiamata golden age con un'età che andava dai 50 ad i 70 anni.


I risultati sono stati strabilianti. Oltre ogni aspettativa, dopo un periodo di circa 6 mesi di allenamento, il 70% dei soggetti sottoposti allo studio ha continuato a praticare CrossFit e migliorare, in modo esponenziale, il proprio stato di fitness.

I risvolti positivi non sono stati solo fisici, ma anche mentali. Una ritrovata fiducia in se stessi ed una sensazione generale di benessere hanno cambiato in modo radicale e positivamente, la vita di questi novelli atleti.


Questo articolo mira a spronare tutte quelle persone che si sentono, a causa della loro età, incapaci di iniziare un nuovo percorso di allenamento e di benessere, un monito, o meglio un atto di incoraggiamento, nel provare a concedersi un altra possibilità.


La scienza ha realizzato migliaia di studi i quali affermano che, inesorabilmente superati i 40 anni se in assenza di un adeguato allenamento, il corpo umano perde circa il 5% della propria massa muscolare ogni 10 anni, con la risultante di ritrovarsi alla lunga, in un condizione di fragilità e di dipendenza da altre persone per svolgere le normali funzioni giornaliere.

Ma a tutto vi è rimedio. Le persone anziane che sollevano pesi possono rallentare o invertire tale discesa. In molteplici esperimenti le persone anziane che iniziano a sollevare pesi, in genere acquisiscono massa muscolare e forza, nonché una migliore mobilità, acutezza mentale e salute metabolica. Le statistiche indicano che a malapena il 14% degli italiani più anziani solleva regolarmente pesi.




La ricerca.

Ecco lo studio portato avanti dall’università:


Per iniziare, si sono rivolti a 90 uomini e donne (tutti tra i 50 e 70 anni) che facevano parte del loro database sanitario e che avevano accettato di iniziare tale tipo di all’allenamento di resistenza.


Inizialmente i volontari hanno partecipato ad un programma di allenamento con frequenza bisettimanale per cominciare a familiarizzare con gli esercizi e costruire un adeguata base di forza.


Dopo circa tre mesi, i ricercatori hanno verificato la forza, la forma fisica e la salute metabolica dei volontari, nonché i loro atteggiamenti riguardo agli allenamenti, incluso se li trovavano scoraggianti o invitanti e quanto fosse difficile trovare il tempo per allenarsi.


Dopo 6 mesi di allenamento controllato, gli atleti sono stati invitati a continuare il loro allenamento in box vicini al loro luogo di residenza, senza alcun obbligo di frequenza.

I ricercatori hanno atteso poi altri sei mesi e quindi hanno contattato i volontari per sapere effettivamente in quanti avevano continuato ad allenarsi. Bene alla fine di tale controllo, hanno scoperto, con loro sorpresa, che un anno dopo la fine dello studio formale, quasi il 70% dei volontari si stava ancora allenando.

Le motivazioni riferite sono state quasi tutte simili e si concentravano sulla rinnovata fiducia in se stessi e nella sensazione di benessere profusa percepita.




Gli anziani, quindi, possono fare CrossFit ?

Uno stupido malinteso comune è che alcuni tipi di esercizi sono appropriati solo per determinate fasce di età e che quando invecchiamo, è tempo di prendersela comoda.

Oggi i masters, nei box di CrossFit di tutto il mondo, fanno cose straordinarie, superando per intensità anche i più giovani.


Ovviamente, a qualsiasi età se si hanno condizioni mediche particolari, è necessario consultare il proprio medico prima di iniziare una routine di fitness come quella di CrossFit. Ma non esiste una routine di fitness che dovrebbe essere inaccessibile a qualsiasi fascia d’età.


Il CrossFit è una delle discipline sportive che porta più miglioramenti fisici in assoluto, soprattutto per le fasce di atleti più in la con gli anni.

L’Italia è un paese sempre più vecchio ma i 60 anni di oggi non sono quelli di 30 anni fa. La corrente del benessere nei masters, sta diventando un occasione di business enorme anche per i proprietari di box di CrossFit, che dovrebbero a mio avviso cominciare a pensare a corsi appositamente studiati per tali fascie di interesse.

I benefici del CrossFit per la terza età sono enormi.


Quando una persona appartenente alla cosiddetta terza età, inizia un protocollo di all’allenamento come il CrossFit, i risultati possono essere spettacolari. I livelli di forza possono aumentare del 30% in appena 14 settimane, anche in persone di 80 anni.


I livelli di resistenza possono aumentare del 22% in appena 5 mesi. Anche la mobilità può migliorare, con una significativa riduzione del 670% delle cadute osservate dopo un anno di allenamento.

E quando raggruppiamo questi risultati insieme, scopriamo che non solo migliorano la funzione fisica e la qualità della vita, ma tali miglioramenti negli anziani riducono significativamente il rischio di malattie e morte.


CrossFit dopo i 50 anni

L’esercizio fisico è sempre una cosa positiva per le persone di qualsiasi età. Alcune persone anziane si preoccupano di cadere o ferirsi durante un allenamento, in realtà è stato dimostrato che l’esercizio previene le cadute, la perdita di densità ossea, migliora l’equilibrio, migliora la memoria, l’umore e allevia i sintomi di molte condizioni croniche associate all’invecchiamento.


Sfortunatamente, secondo l’Istituto nazionale sull’invecchiamento, poco più della metà degli adulti di età superiore ai 65 anni sono attivi e solo l’11% delle persone di età pari o superiore a 85 anni si esercita regolarmente. Le prove viste e confutate in migliaia di studi dimostrano che la maggior parte di queste persone potrebbe trarre un enorme giovamento nell’allenarsi.


Il ruolo dei Box Owner di CrossFit.

Negli Stati Uniti oramai da anni esistono classi ed interi programmi dedicati alla 3° età e si chiamano LEGENDS (che nome figo vero?).

Il programma Legends è stato creato per gli atleti che hanno generalmente 65 anni e più.

Sebbene tutte le classiche lezioni di CrossFit siano progettate per adattarsi a qualsiasi atleta di qualsiasi età e livello di fitness, sono state ascoltate alcune richieste da parte di atleti appartenenti a questa fascia di età e sono state apportate alcune modifiche racchiuse in un tipo di Classe chiamata appunto Legends.


In queste lezioni è possibile trovare tali modifiche :

- classe con meno atleti del solito.

- peso dell’attrezzatura scalata per adattarsi alle articolazioni degli atleti.

- musica ad un livello più basso in modo da poter ascoltare le istruzioni dei coach.

- più tempo dedicato al riscaldamento all’inizio della lezione e più tempo dedicato allo stretching alla fine della lezione.

- coach con esperienza nell’allenamento di soggetti anziani

- atleti di età simile all’interno della classe.


Oltre ad essere una occasione di business enorme per i box owner, creare una classe Legends o Master 60+ potrebbe contribuire davvero alla salute di centinaia di persone che hanno ancora un potenziale enorme da esprimere.


Per approfondire la ricerca :


Autore dell'articolo: Raffaele Zazzaro Scritto da: My Cross Life




111 visualizzazioni0 commenti
bottom of page